Sold Out New

Vaso a cono vetro avventurina

25.00 

VASO A CONO VETRO AVVENTURINA 35 X 12 € 25 LAVORAZIONE A FORNACE IN VETRO VENEZIANO CON L’AVVENTURINA SFONDO MARRONE,VERDE E BLU DELLA DITTA T.F.Z.

Il vaso a cono vetro avventurina nei primi anni del 1600 a Murano inventarono una speciale pasta vitrea molto pregiata, che ha immerse nel vetro tante pagliuzze dorate, date dal rame. In passato conosciuta col nome di Stellaria, oggi si chiama Avventurina. Questa pasta di vetro è cristallina, traslucida e al suo interno ha cristalli di rame con ossidi metallici brillanti, allo scopo di imitare il quarzo Avventurina, una pietra dura che si trova in natura.Estratta dal forno in blocchi raffreddati lentamente, viene tagliata a freddo come se fosse una pietra dura, oppure a caldo con speciali accorgimenti. L’Avventurina normale, trattata col rame, forma delle stelle color bruno, mentre una qualità ancora più pregiata, il verderame, acquista una bellissima tonalità verdastra.Particolare del vaso a cono vetro avventurina detta Avventurinà width=Chiamata Avventurina perché anche il più esperto vetraio muranese trovava molta difficoltà e il suo esito era difficile ed incerto: un avventura, da qui il suo nome.Si ottiene aggiungendo alcune materie prime riducenti in tante riprese alla fine della fusione. Si aggiunge una quantità di battitura di ferro, carbone o silicio metallico, che è una lega composta appunto da silicio, allumino e carbonio, con eventuali percentuali minime di piombo, ferro, magnesio, rame, manganese e altri metalli. Il rame metallico inizia a precipitare ed al termine di alcune ore di raffreddamento questo si separa completamente dal vetro di base, disperdendosi in modo omogeneo e formando minutissimi cristalli, al massimo di un millimetro.è la presenza dei depositi di rame che dà al vetro un luccichio rosso bruno con riflessi dorati. La buona qualità dell’avventurina dipende dalla omogeneità della distribuzione dei cristalli di rame e dalle notevoli di quest’ultime.Per “toccare con mano” la produzione di oggetti di vaso sfera avventurina è realizzato con la tecnica della murrina fatto artigianalmente a mano siamo andati a trovare la bottega Vetri d’Arte, dove il maestro vetraio ci ha raccontato alcuni segreti del suo mestiere.Il maestro vetraio Giorgio Rossetti ci ha mostrato la tecnica del vetro soffiato con l’inclusione di murrine foglia d’oro.Il pezzo inizia a essere lavorato portandolo a 1.200-1.300 gradi da dei “cannelli”, da cui fuoriesce una fiammata comandata dal maestro. Successivamente si porta la temperatura del vetro a circa 800-850 gradi, per iniziare a lavorarlo.
Queste cannule vengono comandate da un pedale: nel momento in cui il maestro va alla lavorazione del vetro di murano la fiamma deve ritrarsi, per fare in modo che le mani non vengano bruciate. Il meccanismo è simile a quello delle automobili, con un acceleratore e un “freno”.Il tutto è fatto rigorosamente a occhio nudo: in base all’intensità del colore del vetro il maestro riesce a capire quanto è caldo!Il successo del “montaggio” di un pezzo fatto da vari componenti dipende tutto dalla sinergia di un team (in questo caso di due persone, padre e figlio) che lavorano contemporaneamente in due postazioni adiacenti. L’intesa è fondamentale, ed è fatta da piccoli gesti del corpo e degli attrezzi che vengono utilizzati. In questo senso, la lavorazione del vaso lungo vetro avventurina è di murano è anche una scuola di vita: non esiste un bravo maestro se non c’è un bravo serviente.Il maestro , solo guardando il compagno di lavoro negli occhi o facendo un cenno con l’attrezzo, deve riuscire a farsi dare i vari componenti con la giusta tempistica. Per attaccare i pezzi in maniera perfetta deve essere trovato il momento giusto per fare avvenire il connubio tra i due team.Per iniziare viene eseguita una prima soffiatura, attraverso la quale si ottiene una specie di bolla. Il primo passaggio fondamentale nella creazione di un pezzo è che questa bolla sia centrica al ferro che si utilizza per soffiare. Questo è molto importante perché altrimenti gli spessori del vetro finito saranno diversi. E le differenze di spessore, in fase di raffreddamento, creano delle tensioni che al 90% provocano la rottura del vetro. Una delle prime abilità del maestro sta proprio nel mantenere centrica la bolla.Le murrine vengono poi attaccate e fuse all’interno del vetro, andando a creare la prima colorazione. Subito dopo viene applicata la foglia d’oro.Quella del vetro soffiato è una tecnica molto complessa perché lavora il vetro di pochi decimi di millimetro di spessore, e tutto a mano libera. In questa lavorazione, solo l’occhio del maestro può arrivare a capire fino a quando si può lavorare il vetro prima che si rompa.La lavorazione del vaso a cono vetro avventurina e murrine è la più lunga e laboriosa delle trè tecniche, dopo aver tagliato in tanti piccoli pezzi la canna di Murrina, viene creato una specie di mosaico dentro una formina di rame, che può essere di diverse forme e colori.La lavorazione del vaso piccolo bombato vetro avventurina in vetro di murano è la più lunga e laboriosa delle trè tecniche, dopo aver tagliato in tanti piccoli pezzi la canna di Murrina, viene creato una specie di mosaico dentro una formina di rame, che può essere di diverse forme e colori.
La composizione del vaso a cono vetro avventurina in vetro è fatto con la tecnica a fornace e l’inserimento delle murrine viene fatta a mano inserendo dentro lo stampo un pezzettino alla volta di vetro di Murrina affinché nasca il disegno o la forma desiderata, questa non è una lavorazione che può essere fatta da tutti perché bisogna che ci sia una persona che abbia molta pazienza e fantasia per poter creare dei disegni sempre nuovi e abbinare i tantissimi colori che nascono dal vetro di Murrina.
Dopo questa preparazione le formine vengono posizionate su dei speciali contenitori e messi dentro in un forno per una notte intera, all’uscita del forno il vaso a cono vetro avventurina in vetro di murano soffiato con murrine si è fuso in un corpo unico aumentandone lo spessore e la forma a questo punto per poter adattare alle diverse montature e oggetti il vetro viene assottigliato e lucidato a mano pezzo per pezzo con una operazione che dura circa un’ora per ogni singolo articolo questo serve per poterlo adattare alle diverse misure di orologi, pendenti, portachiavi, tappi, cornici e bijoux vari.

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Vaso a cono vetro avventurina”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *