Sold Out New

Porta profumo con l’avventurina e murrina

8.00 

PORTA PROFUMO CON L’AVVENTURINA E MURRINA 7 X 5 CM € 8 LAVORAZIONE A LUME CON L’AVVENTURINA E MURRINA SI SVITA E SI PUO’ METTERE IL PROFUMO COMPLETO DI SCATOLA DA REGALO E DA BOMBONIERA E CERTIFICATO DI GARANZIA.
vg10

PORTA PROFUMO CON L’AVVENTURINA E MURRINA

Porta profumo con l’avventurina e murrina è la lavorazione più antica e conosciuta nel isola di Murano, viene fatta fondendo diversi tipi di vetro assieme tra di loro creando continuamente abbinamenti di forme e di colori sempre nuovi ,per poter lavorare il vetro il maestro vetraio usa una fiamma a gas che resta accesa tutto il giorno, raggiungendo temperature molto elevate , questo gli permette di creare continuamente nuove forme di colore e misure,per fare questo tipo di lavorazione viene usato del vetro in canna trasparente o colorato fondendo assieme tra di loro vari materiali come il vetro di Murrina, l’oro l’argento, e altri materiali preziosi.

Questa è la più difficile delle tre tecniche, perché è una lavorazione che si tramanda da padre in figlio da centinaia di anni e non è facile trovare in questi tempi dei giovani che vogliano continuare questo lavoro perché richiede molta pazienza, una grande fantasia ,molta precisione e una grossa manualità artigianale , questo tipo di lavorazione si presta particolarmente per le sue caratteristiche alla creazione di perle , anelli, pendenti, collane, e bijoux vari.

La miscela di gas e aria permette di ottenere decori più delicati, data la più bassa temperatura, tipici della perla veneziana. La lavorazione del porta profumo con l’avventurina e murrina viene effettuata molto a Venezia, è spettacolare e la eseguono degli abili artigiani. La lavorazione del vetro del porta profumo con l’avventurina e murrina avviene grazie al calore sprigionato dalla fiamma diretta che proviene da una bombola di gas. Attraverso un cannello la fiamma, che ha una temperatura di circa 900°, serve a modellare una o più bacchette di vetro colorato. Attrezzi indispensabili per la lavorazione del vetro a lume sono tra gli altri le pinze e le forbici.

E’ necessario inoltre munirsi di occhiali speciali affinché la vista non abbia a soffrire, ma anche di una cappa aspirante per smaltire i fumi nocivi. Dopo la fase di lavorazione vera e propria gli oggetti in vetro vengono messi a temperare per ore in un forno apposito finché essi giungono gradualmente a temperatura ambiente. Gli oggetti in vetro che si ottengono da questa lavorazione sono davvero sorprendenti al punto che il limite che si pongono gli artisti che la eseguono è la propria fantasia.

Il segreto della lavorazione del porta profumo con l’avventurina e murrina sta nella tecnica e nella creatività. E’ questo il caso del mio amico artigiano che da vent’anni si applica in questa lavorazione con estrema maestria. Rimango sempre affascinato mentre si osservano i maestri vetrai di murano lavorare, ogni pezzo è unico e originale. Questi abili artigiano si sono specializzati nella creazione di animali,uccelli e conchiglie ed altri abitanti del fondo marino.

Ma le sue capacità non si fermano certo qui.Tra i soggetti più complessi realizzati “a lume” vi è certamente quello detto degli “zoo di vetro” – aventi come soggetto animali -, la cui produzione si è poi affermata nel corso del Novecento.

Vi sono inoltre esempi di vetro soffiato a lume del periodo déco a Venezia, influenzati da produzioni nordeuropee, che rappresentano l’animale elefante vetro a lume cigni, cicogne, cervi eanimali vari, tutti prodotti a lume ma tramite la tecnica del vetro soffiato e argentato al mercurio.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Porta profumo con l’avventurina e murrina”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.